Esperto

Il paradosso di insegnare meglio con meno e l’errore di massacrare gli allievi di informazioni.

Rubrica: 

  • Tecniche di insegnamento

Quanto deve essere dettagliata una lezione?

Correggere tutte le volte che si vede un errore è utile?

Quanti errori si possono correggere alla volta? 

Poche cose mandano in tilt un allievo, soprattutto se alle prime armi, quanto una spiegazione densa di dettagli. In particolare se chi hai di fronte sta facendo una lezione di prova. 

Perché vuoi che torni... Vero?

L’insegnamento non è qualcosa che si improvvisa e la gestione del giusto numero di informazioni da passare per ogni spiegazione è un elemento critico per evitare di sovraccaricare gli allievi.

Certo, man mano che l’allievo migliora e diventa padrone del sistema, le informazioni possono aumentare di numero e complessità ma troppo spesso questa fase è avviata in modo prematuro.

Ti spiego tutto con un esempio semplicissimo.

Prendi un computer e comincia ad aprire un sacco di applicazioni tutte assieme. Anche se si tratta di un ultimo modello il sistema operativo subirà dei rallentamenti. Ovvero, per gestire le tante informazioni che gli stai dando contemporaneamente, ha bisogno di prendersi il suo tempo e, a seconda dei casi, può anche bloccarsi.

Lo stesso capita ai tuoi allievi se li massacri di informazioni tutte assieme. Nessuno all’inizio ha bisogno di tutti i dettagli di come si esegue un gesto atletico. 

Ha bisogno solo dei più importanti. Una norma generica può essere, assieme alla spiegazione generale, selezionare i 3 dettagli che è più funzionale ricordare.

Solo in seguito tornare sull’esercizio ed aggiungere altro materiale a seconda di come ha reagito la classe. 

Spetta a te, alla tua conoscenza delle materia e degli allievi che hai di fronte, modulare il numero di dettagli in alto o in basso e la lunghezza della spiegazione generica a seconda di cosa desideri ottenere. Per un ripasso bastano poche informazioni concise. Per una tecnica nuova servono diverse sessioni progressive modulate con il giusto numero di dettagli. Per un approfondimento occorre un ripasso generico seguito da sessioni specifiche dedicate ai particolari della tecnica.

Lo stesso discorso vale per le correzioni.

Massacra un allievo di correzioni e stai pur sicuro che prima o poi riuscirai a distruggere la sua motivazione e la sua voglia di allenarsi. Fatto salvo per gli errori che possano mettere a rischio l’incolumità dell’atleta anche le correzioni vanno fatte solo quando servono e con il giusto numero di dettagli. 

Ma di questo parleremo in un prossimo articolo. 

Buona vita e buona pratica.

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream