Scheda sport: Basket

Strutture dove si pratica Basket

Basket

Cenni storici 

L'invenzione della pallacanestro si deve all’ingegno di un solo uomo, il professore di ginnastica canadese Dr. James Naismith. Ispirandosi in parte a un gioco che aveva conosciuto da bambino in Ontario, Naismith inventò il basket ball al fine di proporlo come attività fisica per i suoi studenti del centro sportivo YMCA in Springfield, Massachusetts, in alternativa ai noiosi esercizi di ginnastica.

Questo sport vide la luce il 15 dicembre 1891, con un regolamento composto da sole 13 regole, un cesto di vimini per le pesche appeso ad entrambe le estremità della palestra, e due squadre di nove giocatori. Il nome del gioco basket ball, dal termine basket che significa cesto in inglese, fu coniato da uno degli allievi di James Naismith, Frank Mahan.

Il 15 gennaio 1892 Naismith pubblicò le regole del gioco: è la data di nascita ufficiale della pallacanestro. Questo sport ebbe la sua evoluzione nel tempo, portandolo ad essere il gioco così come oggi lo conosciamo. Il canestro infatti inizialmente era un paniere chiuso, inutile sottolineare la scomodità di dover ogni volta recuperare la palla mediante l'aiuto di una scala. Nel corso degli anni fu sostituito da un anello metallico al quale era attaccata una rete anche essa chiusa. Solo nel 1912 si pensò di tagliare il fondo della rete per recuperare la palla. Fondamentale fu inoltre il passaggio da gioco violento, quale era all'inizio, a quello che Naismith aveva sposato nel suo ideale, ossia no-contact game, in cui i partecipanti non agiscono in base alla forza o alla stazza ma all'abilità di infilare una palla in un cesto a 10 piedi del pavimento.

Lo sport divenne popolare negli USA in brevissimo tempo, e grazie all'opera degli allievi missionari di Naismith, che viaggiavano per il mondo per portare il messaggio cristiano, ben presto il nuovo gioco fu conosciuto a livello mondiale. Negli anni '20, centinaia di squadre di pallacanestro negli Stati Uniti giocavano a livello professionistico, sebbene ancora non c'era molta organizzazione né per l'attività agonistica tra le varie squadre, né per le strutture.

Alla fine degli anni '30 nacquero le prime leghe professionistiche. In occasione delle Olimpiadi estive di Berlino 1936 fu aggiunto al programma olimpico. In quell'occasione, Naismith consegnò la medaglia d'oro agli Stati Uniti, che sconfissero in finale il Canada.

Nel 1946 nacque la National Basketball Association (NBA), con lo scopo di organizzare le squadre professionistiche e rendere lo sport più popolare. Nel 1926 nasce la prima Nazionale italiana. Da dieci i club diventarono 74 e i tesserati circa duemila.

Tra le squadre di pallacanestro più prestigiose d'Italia e d'Europa possiamo annoverare la Cimberio Varese, fondata il 1º agosto 1945, appartiene alla Lega Basket Serie A. Vanta ben 10 scudetti vinti a livello nazionale, e 5 coppe europee. Tra le varie squadre sarde è senz’altro degna di nota la Dinamo Sassari. Fondata il 3 Aprile del 1960, nella stagione 2010-2011 ha esordito in Lega A, classificatasi sesta con 30 punti, davanti a squadre dall'illustre passato come Varese, Virtus Bologna e Virtus Roma è arrivata ai playoff scudetto dove viene eliminata dall'Olimpia Milano al primo turno (1-3).

Regole di base

Le competizioni vengono solitamente giocate al coperto in grandi impianti multidisciplinari detti "palazzetti dello sport", l'unico limite è che il soffitto deve essere ad almeno 7 m dal campo di gioco.

La gara si svolge tra due squadre composte da cinque giocatori ciascuna e per ciascuna delle quali è a disposizione un numero di riserve che può variare da 5 a 7 a seconda dei campionati. Lo scopo di ognuna delle due squadre è quello di realizzare punti facendo passare una palla sferica, soprannominata "palla a spicchi", all'interno del canestro avversario.

Il conteggio dei punti viene effettuato assegnando ad ogni canestro un punteggio a seconda del punto in cui si trovava chi ha lanciato la palla e del tipo di tiro effettuato. Ogni partita dura 40 minuti suddivisi in 4 periodi di 10 minuti ciascuno (12 minuti nella NBA per un totale di 48 minuti). Tra il 2° ed il 3° periodo viene effettuato un intervallo di 15 minuti per i campionati professionistici e di 10 minuti per i campionati dalla B di eccellenza in giù.

Alla ripresa del gioco le squadre devono scambiarsi il campo, mentre negli altri casi l'intervallo è solamente di 2 minuti senza cambio campo. I canestri sono due e sono costituiti da un anello di ferro del diametro di 45 cm e da una retina di corda bianca. appesi ai tabelloni posti all'interno del campo di gioco, alla distanza di 1,20 m dalla linea di fondo. Il retro dei tabelloni e la struttura che li sostiene non fanno parte del campo e, quindi, se la palla li tocca viene dichiarata fuori.

Il campo è un rettangolo largo 15 m e lungo 28 m col fondo in legno delimitato da linee e diviso in due dalla linea di metà campo al centro del quale è disegnato un cerchio del diametro di 3,6 m che serve all'inizio del gioco per la cosiddetta "palla a due". In ogni metà del campo vengono inoltre segnate l'area dei 3 secondi, la linea dei 3 punti, e la linea dei tiri liberi che delimita la parte superiore dell'area dei 3 secondi. Alle linee che delimitano lateralmente l'area dei 3 secondi vengono aggiunte inoltre altre piccole linee che servono per delimitare la posizione dei giocatori durante l'esecuzione dei tiri liberi. All'esterno del campo si trovano le aree destinate alle panchine delle due squadre e il tavolo degli ufficiali di campo.

Le riserve possono sostituire senza limitazioni i giocatori titolari ed essere a loro volta sostituite. In ogni caso possono ritornare in campo in sostituzione di un compagno di squadra. La palla deve essere di cuoio o pelle ruvida, o di materiale sintetico, in ogni caso deve facilitare la presa dei giocatori anche con le mani sudate. Solitamente è di colore arancione-marrone, con le linee nere.

Federazone Italiana Pallacanestro

Regolamento tecnico pallacanestro

 

Una curiosità sul basketball è che Michael Jordan scelse il numero 23 in onore del fratello che aveva il numero 45, lo considerava la sua metà.

 

Bibliografia

"Basket league: Due sotto canestro. Gioco in difesa" di Cognolato Luca -  2013

"Basket, uomini e altri pianeti" di Messina Ettore e Tranquillo Flavio -  2012

"Basket" di Alfonsi Stefano – 2009

"Basket. Regole e strategie, allenamento, tecnica" di Alfonsi Stefano - 2007

Filmografia

"Once Brothers" Regia di Michael Tolajian - 2010

"Un allenatore in palla (Rebound)" Regia di Steve Carr - 2005

"Coach Carter" Regia di Thomas Carter - 2005

"Un canestro per due (The 6th Man)" Regia di Randall Miller - 1997

"Chi non salta bianco è " Regia di Ron Shelton - 1992

"Colpo vincente (Hoosiers)" Regia di Anspaugh - 1986

Video e foto

     

 

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream