Scheda sport: Bocce

Strutture dove si pratica Bocce

Bocce

Lo sport delle bocce è un gioco da esterno praticato a grandi livelli in una struttura detta bocciodromo, che raccoglie più corsie, di regola mai inferiori a quattro, e permette lo svolgimento di partite in contemporanea.

Cenni storici

In uso già nel 3° secolo a.C. come 'lancio delle pietre', deve la sua diffusione ai Romani, i quali esportarono questa forma ludico-ricreativa nei territori conquistati: Francia (boules), Spagna (bochas), Inghilterra (bowls).

La prima società bocciofila, la Southampton Bowling Green, nasce in Inghilterra nel 1294. Nonostante questo gioco suscitasse il favore di tante voci autorevoli, nel corso del 14° secolo la popolarità delle bocce cominciò a impensierire i monarchi, i quali assimilandolo al gioco d´azzardo che depauperava i bilanci famigliari e disturbava l´ordine pubblico, stabilirono una serie di limitazioni e proibizioni al fine di limitarne la pratica.

Durante il 1500 si specializza l´attrezzatura di gioco: bocce e pallini vengono costruiti in legni diversi (tasso, quercia e bosso) a seconda del peso desiderato o dell´effetto cromatico voluto; con forme diverse per ottenere traiettorie curve; con l´inserimento di un peso interno per dargli l´effetto.

Sebbene i divieti non ne impedirono il diffondersi, l'imposizione di questi determinarono anni di silenzioso crepuscolo per questo gioco che in Inghilterra fu legalizzato definitivamente e regolamentato solo nel 1600 da Carlo II. Pur continuando a essere oggetto degli strali delle autorità e delle condanne dei religiosi più puritani, soprattutto in Inghilterra, in breve tempo si affermò in modo dirompente coinvolgendo tutte le classi sociali.

Nelle locande e nelle birrerie gli uomini si dilettavano all'interno dei locali con i dadi e le piastrelle, mentre all'esterno c'erano i campi per le bocce e i birilli. Nel corso del 19° secolo il gioco venne codificato in maniera più precisa e caddero numerosi divieti che ne rendevano disagevole la pratica nelle città.

Dapprima la Francia e subito dopo l'Italia furono i paesi che per primi si adoperarono per trasformare il gioco in uno sport e dove ebbero i natali le prime società dalla cui unione avrebbe portato alla nascita di un'organizzazione che sovrintendesse all'attività agonistica, la certificazione e il rispetto di regole il più possibile comuni. Con qualche anno di ritardo rispetto alla Francia, dove le prime unioni di sodalizi si costituirono nel 1888, nel 1873 vide la luce a Torino la prima società della penisola, la Cricca bocciofila dei martiri. Un fervore di iniziative pervase in tutta l'area continentale mediterranea dove si svolsero le prime gare i cui montepremi erano costituiti da prodotti gastronomici o da animali di fattoria.

Col tempo si verificò una tendenza a disporre il gioco all'interno di spazi delimitati e segnati, determinando un aumento della competitività e l'agonismo a scapito della spontaneità. Si svilupparono criteri di selezione e sorsero le scuole boccistiche: la francese e l'italiana. La fama dei campioni attirò le folle. Il 1° maggio 1898, a Torino, alcuni sodalizi diedero vita all'UBP Unione bocciofila piemontese che nel 1900 organizzò un campionato a terne. Durante il periodo della grande guerra, il Partito nazionale fascista fece passare sotto la federazione sportiva FIGB Federazione italiana gioco bocce posta sotto l'egida dll'OND.

Il 28-29 settembre 1951 l'Italia ospitò per la prima volta i Campionati del Mondo. Nel 1983 sorse la CBI Confédération bouliste internationale e venne organizzato il primo Campionato Mondiale. Scesero in gara 13 nazioni.

L'Italia dominò il campo con i fuoriclasse Dante D'Alessandro e Bruno Suardi. Il 21 dicembre 1985, nacque la CMSB Confédération mondiale sport boules che riunì le federazioni internazionali del volo, della raffa e della pétanque e fu subito riconosciuta dal CIO Comitato Olimpico Internazionale.

In Italia, dopo un percorso travagliato che portò lo sport delle bocce sotto il controllo di vari Enti, dal 1991 l’attività delle bocce trovò la sua collocazione nella FIB Federazione italiana bocce. Oggi la Federazione, con i suoi 120.000 tesserati e circa 3000 società, è tra le più consistenti del CONI.

Regole di base

Una partita si compone di un numero indefinito di giocate, ossia una successione di colpi il cui numero corrisponde alle bocce a disposizione degli atleti. Al termine di ogni giocata si cambia testata.

Si dà inizio alla partita con il pallino posto al centro della zona valida della corsia. Sorteggiata la formazione che ha diritto alla prima boccia, a ciascun giocatore è concesso 1 minuto per effettuare il colpo. Nelle successive giocate, il pallino è lanciato dalla formazione che ha acquisito i punti.

In tutte le competizioni le partite si giocano da un minimo di 9 a un massimo di 15 punti, a seconda della specialità. Il computo si fa al termine di ogni giocata, assegnando 1 punto a ogni boccia più vicina al pallino rispetto alla migliore dell'avversario. Non si può lanciare la boccia prima che l'arbitro abbia attribuito o annullato il punto. Le posizioni delle bocce e del pallino sono segnate sul terreno mediante tratteggi ad angolo retto.

Durante ogni giocata, la squadra che non ottiene il punto deve continuare a lanciare le bocce finché non riacquista il punto con la puntata o con il tiro. Quando una squadra non ha più bocce, l'avversaria gioca e cerca di realizzare altri punti. Lo fa puntando o tirando, se è il caso, alle bocce che glielo impediscono. Può anche mirare al pallino e in tale caso è obbligatorio annunciarlo.

Esistono numerosi casi di sanzioni e penalità applicabili dall'arbitro e dalla commissione dei giudici di torneo.

Le competizioni boccistiche si dividono nelle tre categorie di Raffa, Volo e Pétanque.

La specialità della Raffa prende il nome dal tiro di raffa, una bocciata eseguita dalla linea di pedana indicando all'arbitro i pezzi che intende colpire: pallino, boccia del punto, boccia del secondo punto ecc.

Nella specialità di volo il lancio a parabola è l'elemento più caratteristico. Il gioco consiste nell'avvicinare la propria boccia al pallino, un'azione chiamata puntata. Il tiro è regolare se il punto di caduta si trova entro 50 cm dal bersaglio. Se il pallino viene toccato senza essere stato annunciato, lo stesso va riposizionato dove stava prima del tiro. L'avversario punta a sua volta oppure cerca di togliere la boccia dell'avversario.

La specialità del volo comprende tre prove speciali: tiro di precisione, punto e tiro obbligati, tiro progressivo a navetta.

La pétanque è la versione 'a piè fermo' del volo. Il gioco consiste nel tracciare un cerchio del diametro di 35-50 cm, entro il quale si pone il giocatore per il lancio del pallino, che deve andare a una distanza minima di 6 m e massima di 10. La maggiore difficoltà sta nell'immobilità dei piedi sul campo, dal quale non si può uscire fino a quando la boccia abbia toccato il terreno o colpito il bersaglio.

Federazione Italiana Bocce

Regolamento Tecnico Pétanque

Regolamento Tecnico Specialità Raffa

Regolamento Tecnica Specialità Volo

Bibliografia

"Bocce che passione" di  Marchiaro Armando - MEB Editore

"Lo sport bocce. Tecnica, didattica e metodologia di allenamento" di Bin V. e Ceccato M. - Piccoli R.- Società Stampa Sportiva Editore

"Manuale tecnico-tattico e medico scientifico dello sport bocce" di Appiani, Robbiano e Marocco - Società Stampa Sportiva Editore

"Un siècle di boules. Storia delle bocce in VAlle d'Aosta" Ediz. italiana e francese di Lillaz Walter - Tipografia Pesando Editore

Filmografia

La banda dei Babbi Natale 2010

Les Boulistes 2013

Video e Foto

 

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream