Scheda sport: Muay Thai

Strutture dove si pratica Muay Thai

Muay Thai

Cenni storici

Il Muay Thai, o boxe tailandese, è un’arte marziale dalle origini antichissime, nata per sconfiggere il nemico sui campi di battaglia oltre 2000 anni fa.

Inizialmente lo studio di quella che noi chiamiamo boxe thailandese era impostato in maniera estremamente diversa, vista l’applicazione guerresca che ne veniva fatta, le tecniche e gli allenamenti erano strutturati in modo da eliminare fisicamente il proprio avversario nel minor tempo possibile sia usando armi krabi krabong, che a mani nude mae mai muay thai, non prendendo nemmeno in considerazione una possibile applicazione sportiva.

Le vicende storiche e gli innumerevoli tentativi di conquista di cui la Thailandia è stata oggetto in quel periodo diedero modo agli abitanti ed ai soldati siamesi di progredire in maniera eccezionale nell’arte della lotta, numerosi sono infatti gli episodi storici che menzionano l’abilità talvolta straordinaria dei combattenti thai. Tra questi, indubbiamente il più famoso è quello che riguarda il leggendario Nai Khanom Thom, personaggio storicamente reale che secondo una leggenda riguadagnò la libertà dalla prigionia Birmana sconfiggendo i 10 più forti campioni birmani in un sanguinoso match di fronte a Re Mudra, tutt’oggi quella vittoria viene festeggiata ogni 17 marzo con celebrazioni ed ovviamente combattimenti.

Sotto al regno di Re Naresuan (1590–1605), detto "il Grande”, il muay thai diviene parte integrante dell’addestramento dei militari, questo indubbiamente perché, anche lo stesso sovrano era un esperto combattente e grazie a questa sua abilità vinse numerosi duelli, sia a mani nude che in scontri armati; queste vittorie ebbero un’importanza enorme dal punto di vista politico e gli fecero ottenere, nel 1597 (a soli 22 anni), il titolo di eroe nazionale.

L’epoca d’oro del muay thai arrivò comunque sotto al regno di Pra Chao Sua (1703-1709), soprannominato “Re Tigre” per la sua abilità di combattente. Grazie ad un periodo di pace e benessere il popolo potè dedicarsi allo sviluppo ed alla pratica di quest’arte, il re promosse la diffusione di campi di allenamento ed incentivò la pratica rendendola una delle attività più diffuse del paese.

Si narra che lo stesso sovrano, girasse in incognito nei villaggi combattendo contro i campioni locali, e spesso, dopo aver vinto ed aver ritirato il denaro in palio, se ne andasse senza rivelare la propria identità a nessuno.

Il muay thai deve quindi la sua diffusione ed il suo sviluppo alla nobiltà, proprio per questo è nota anche come “ Arte dei re”. Grazie al Re Tigre venne anche operata una divisione tra il muay thai, ovvero a mani nude, e lo studio del combattimento armato ovvero il krabi krabong.

Ovviamente i combattimenti dell’epoca erano molto diversi da quelli attuali; erano più scontri gladiatori che match sportivi. I nak muay (pugili) solevano bendarsi le mani con corde di canapa sulla cui sommità, in corrispondenza delle nocche, fissavano dei nodi in modo da rendere i colpi ancora più micidiali in maniera molto simile ai combattenti greci di pancrazio e pugilato. Talvolta, ed in alcuni particolari combattimenti, alle corde veniva applicata della resina su cui si fissavano cocci di vetro tritato, limatura di ferro o sabbia, in modo da rendere i colpi ancora più mortali e tremendi. Ovviamente non non si svolgevano sui ring, nè esistevano round e categorie di peso; unica protezione consentita era una conchiglia marina o un pezzo di noce di cocco come protezione ai genitali. I duellanti si scontravano in spiazzi di terra battuta ed il combattimento aveva termine solo con la sottomissione di uno dei due contendenti.

Fino al 1921 il muay thai ed il krabi krabong sono stati materia di studio obbligatoria in tutte le scuole della thailandia, vista la sua diffusione, ed il continuo numero di incidenti mortali, con un intervento diretto del governo nel 1930 il muay thai subì delle restrizioni tese a salvaguardare l’incolumità dei praticanti.

Traendo ispirazione dalla boxe occidentale vennero introdotti i round, le categorie di peso, l’uso dei guantoni, e furono tolte tutte quelle tecniche “da guerra” il cui utilizzo era classificato come pericoloso (vedi colpi ai genitali, strangolamenti, lussazioni, colpi al suolo ecc. ecc.), il nuovo regolamento rese il muay thai una disciplina sportiva, sebbene durissima, e contribuì a ridurre enormemente il numero di incidenti sia sul ring, sia negli allenamenti, favorendone anche l’esportazione all’estero.

Regole di base

Tutti i combattimenti di muay thai si svolgono su un ring regolamentare ed omologato che corrisponde per dimensioni a quello in uso nel pugilato, circa 5 metri per 5.

Classi di combattimento. I combattenti di muay thai vengono suddivisi in 4 diverse classi di appartenenza a seconda del loro livello tecnico e della loro esperienza sul ring, e in varie categorie di peso.

  • Classe N Novizi (tutti i combattenti con meno di 3 incontri)
  • Classe C Dilettanti (tutti i combattenti che hanno dai 3 ai 15 incontri)
  • Classe B Semiprofessionisti (tutti i combattenti con oltre 15 incontri)
  • Classe A Professionisti (tutti i combattenti pagati che combattono con protezioni limitate ed oltre 15 incontri alle spalle)

A seconda del livello tecnico e del tipo di competizione la durata del combattimento varia dai 5 e 3 Round da 3 minuti per Professionisti e Dilettanti Classe B, ai 3 Round da 2 minuti per i Dilettanti Classi N e C.

Federazione Italiana Kickboxing Muay Thai Savate Shoot Boxe

Regole Muay Thai

Bibliografia

"Mae Mai Muay Thai. Il sistema tradizionale di combasttimento Siamese" di De Cesaris Arjan M. - 2010

"Muay Thai Boran. Tecniche avanzate" di de Cesaris Marco - 2008

Filmografia

"Ong-Bak 2. La nascita del dragone" regia di Tony Jaa - 2008

"The protector - La legge del Muay Thai" Regia di Prachya Pinkaew - 2005

Video e Foto

 

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream