Scheda sport: Pole Dance

Strutture dove si pratica Pole Dance

Pole Dance

La pole dance è una disciplina progressiva che si pratica alla pertica, ovvero effettuando una serie di figure aerobiche talvolta anche molto complesse.

Cenni storici

Spesso confusa con la lap dance, la pole dance è un’attività sportiva nata dall’incontro di ginnastica e danza con la pertica. Spesso associata agli aerial sport (aerial silk, suspended hoop, ecc..), cioè le discipline tipicamente circensi, è un’evoluzione della ginnastica artistica.

A causa dell’assenza di testimonianze documentali che possano dare una collocazione e chiara datazione della nascita di questo sport, si è dato uno sguardo al passato per rintracciare forme di svago o sport simili che possano essere individuati come progenitori della pole dance.

Tra i possibili padri vengono generalmente individuati:

  • lo Juedixi, un’antica ginnastica praticata in Cina durante al periodo della dinastia Han (dal 206 a.C. al 220 d.C);
  • lo spettacolare giapponese Kyokuzashi, portato all’attenzione del pubblico occidentale dalla compagnia circense di Richard Risley nel marzo 1864;
  • il mallakhamb, un’antica ginnastica indiana praticata sul palo a partire dal 12° Sec..

Altri suppongo che la pole si sia sviluppata nella forma oggi a noi nota durante gli anni ’20 nel Nord America, introdotta dai ginnasti dell’estremo oriente che dal 1914 si esibivano nel Barnum&Bailey Circus.  Inoltre, sebbene spesso si tenda a discostare la pole dalla lap dance è innegabile che molte pole dancer vengano proprio dal mondo della lap dance e dei night.

È evidente che risulta difficile stabile quale tra queste ipotesi sia la più verosimile, tanto più se si considera che il palo è un elemento presente un po’ in tutti i Paesi, e a prescindere dall’uso in cui sia impiegato, evoca il desiderio di arrampicarcisi, o comunque un sentimento giocoso (ad esempio alla cuccagna).

Essendo questa disciplina relativamente nuova, ciascuna scuola ha studiato le sue figure (tricks) attribuendo loro nomi spesso differenti; così, nonostante col tempo si sia cercato di dare un ordine a questo miasma, a seconda delle fonti utilizzate variano spesso anche le denominazioni. Attualmente comunque si tende a far riferimento alle denominazioni attribuite alle varie figure dall’International Pole Sports Federation, l’autorità internazionale a cui è demandato il compito di disciplinare questo sport e di organizzare la competizione internazionale degli World Pole Sports Championships. In Italia questo sport è disciplinato dalla FISAC Federazione Italiana per gli sport Acrobatici e Coreografici, membro associato dell’IPSF.

 Regole di base

La polesport è un modo nuovo di interpretare il fitness, dove il palo (grip), che può essere statico, girevole o a pedana, gioca un ruolo molto importante, in quanto utilizzato come oggetto di scena per leve, slanci, figure e coreografie, che richiedono notevoli doti di forza, scioltezza, coordinazione, agilità, flessibilità e resistenza.

Va sfatato il mito che esso sia uno sport esclusivamente femminile, infatti sono diversi gli atleti maschi che si cimentano in questo sport. Si pratica in palestra, a piedi nudi su pavimenti lisci o moquette, è una ginnastica completa e a carico naturale che aumenta la forza e l’elasticità articolare e muscolare. Sebbene per ovvi motivi sia più facilitato chi proviene dalla ginnastica, dalla danza o da un altro sport, l’approccio a questa disciplina è possibile per tutti.

Molto importante l'abbigliamento, che è generalmente composto da shorts, magliettina o top sportivo, eventuali cavigliere e piedi nudi. L’abbigliamento deve infatti consentire muovimenti agili, e la porzione di pelle esposta deve consentire la miglior presa possibile sul palo con gambe, mani e braccia.

La postura e le linee delle gambe sono essenziali per rendere la coreografia il più elegante possibile. Le mani hanno un ruolo fondamentale nelle prese acrobatiche, infatti molto spesso sostengono tutto il corpo e, grazie ad un costante allenamento, si rinforzano notevolmente gli avambracci. I muscoli lavorano in sinergia durante tutto l`esercizio sfruttando la forza centrifuga del movimento rotatorio con le leve e le posizioni in modo isometrico.

Generalmente una lezione base si svolge in sessanta minuti di allenamento, durante i quali, dopo una serie di esercizi di riscaldamento e stretching propedeutici all’attività vera e propria, l'allievo assimila gradualmente e in totale sicurezza gli elementi tecnici base che gli serviranno per avanzare a livelli sempre più avanzati. Da questa disciplina si possono trarre diversi benefici. Infatti, oltre a far bruciare le calorie, quindi contribuendo alla regolarizzazione del proprio peso corporeo, rafforza le ossa e tutti i tessuti connettivi diminuendo significativamente il rischio di osteoporosi nelle donne. Poiché durante la pole dance le articolazioni non sono mai sotto stress, come per esempio nella corsa, la danza alla pertica è un’attività molto sicura.

Possiamo distinguere alcune figure basilari da cui partire per apprendere esercizi sempre più avanzati e complessi. Le acrobazie più avanzate e le figure provengono principalmente dalla ginnastica artistica e ritmica.

L’aggrappata di base

Questa è una figura ricorrente in molti esercizi. L’atleta deve posizionarsi ad una distanza di circa 30 cm dal palo, mantenendo la schiena dritta ed afferrandolo con forza con la mano ad altezza della testa. Cingendo il palo con la gamba dallo stesso lato della mano che lo afferra, ci si appoggia sul palo con la parte interna del ginocchio e dall’altro lato con il collo del piede. Assicurata una presa salda del palo si porta il corpo verso l’alto, aiutandosi con le mani. Più salda sarà la presa con la gamba meno si farà fatica. Si muove la gamba libera e si appoggia la parte interna del ginocchio sul lato più vicino del palo. La parte esterna del tallone intanto è sull’altro lato. Ora la presa delle gambe sarà migliore.
Si spostano le mani circa 30 cm più in alto e ci si tiene saldi con le gambe. Facendo forza con i muscoli addominali si tirano su le ginocchia di 30 cm. I polpacci e la parte centrale del corpo devono lavorare per non gravare tutto il peso sulle braccia, che si stancherebbero dopo pochi movimenti. Si stringe il palo con le gambe recuperando la posizione precedente e ripetendo il passaggio più volte si arriva alla cima del palo. Una volta arrivati in alto non resta che scendere. Si può fare al classico modo dei pompieri o tentare un movimento più elegante, rilasciando le gambe per un attimo e portandole in avanti, ancheggiando e girando sul palo sino a toccare il suolo.

Giro sul palo e Fireman Spin

Ci si mette di fianco al palo, con il piede interno accanto alla base e la mano più forte che lo afferra all’altezza della testa. Il braccio deve essere dritto per facilitare il movimento successivo. Mantenendo il braccio dritto, la gamba e il piede interni piegati e la gamba esterna dritta si gira attorno al palo. Dando una leggera spinta, un allievo alle prime armi è in grado di compiere 2-3 giri fluidi attorno al palo prima di fermarsi. Nella variante Fireman Spin le gambe sono entrambe piegate attorno al palo, lasciando lo spazio per favorire la discesa. Per intenderci, come sollecita il nome, questo movimento riprende il classico giro svolto dal vigile del fuoco per scendere dal palo.

Durante le competizioni gli atleti in costume eseguono figure più o meno complesse in una coreografia con accompagnamento musicale. I giudici assegnano un punteggio che varia a seconda della difficoltà e della corretta esecuzione delle figure coreografate dall’atleta, ed eventuali penalità dovute all’inosservanza del regolamento, fino alla squalifica per infrazioni gravi. Il palo adottato per i campionati sportivi ha un diametro da 45 mm ed è fatto in acciaio inox lucido o cromato oppure anche in ottone, con un rivestimento speciale in verniciatura a polvere e rivestimento in titanio.

Video e foto

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream