Scheda sport: Slacklining

Slacklining

Lo slacklining è una disciplina sportiva in cui gli atleti partendo dallo stare in equilibrio su una fettuccia tesa, camminano, saltano e svolgono varie evoluzioni gradualmente sempre più difficili. Questo sport prende il nome dalla slack line (corda molle), una fettuccia piatta di poliestere, di larghezza variabile tra i 2,5 ed i 5 cm, che si usa tesa tra due punti di ancoraggio.

Brevi cenni storici

Questo sport nacque come metodo di allenamento nei primi anni ottanta nella Yosemite Valley dall’idea di due rock climbers Adam Grosowsky e Jeff Ellington. I due ebbero l’intuizione dopo aver camminato lungo le catene delle recinzioni nella Yosemite Valley. Essendosi resi conto di come quell’esercizio poteva essere funzionale ed efficace nel migliorare le loro prestazioni nell’arrampicata, ancorarono una vecchia cinghia da arrampicata a due alberi presso il campeggio Camp 4, il campeggio tradizionale per gli scalatori della Yosemite Valley.

Nell’estate del 1983 i due pionieri del slackling, dalla adiacente parete del Yosemite, tentarono di raggiungere il Lost Arrow Spire camminando su un cavo d’acciaio sospeso a quasi 900 m di altezza. La spettacolare impresa iniziò a richiamare l’attenzione degli arrampicatori del Yosemite. Fu così che questa disciplina si sviluppò come esercizio di training tra gli scalatori statunitensi. Sebbene in molti iniziarono a praticare questo sport, solo in pochi continuarono a coltivare questa passione. Uno di questi fu un giovane scalatore di nome Scott Balcom.

Tornato nel Sud California il giovane Scott e alcuni suoi amici iniziarono a praticare religiosamente questo sport, sperimentando diversi tipi di slackline. Migliorate le sue abilità con una costante pratica, Scott tentò l’impresa nella quale erano riusciti Adam Grosowsky e Jeff Ellington.

Per allenarsi all'impresa, l'equipaggio di Scott sospese un slackline sette metri sotto un’autostrada, costruita a circa 24 m di altezza. Per garantire una maggiore rigidità e resistenza usarono per lo slackline una doppia corda, e imbragature così da non correre il rischio di cadute fatali. Questa "Highline" era la primo nel suo genere. Dopo un primo fallimento, dovuto alla paura che aveva giocato allo scalatore un brutto scherzo, ritentò nel 1985 riuscendo nel suo intento. 

È oggi il risultato più ambito nel mondo di slacklining. L’abisso che separa lo Yosemite dal Lost Arrow non è più stato attraversato camminando fino al 1993, quando Darrin Carter si è cimentato nell’impresa con successo. Ciò che fece fu assolutamente eccezionale, infatti, non solo si limitò alla traversata in andata e ritorno, ma in più senza l'utilizzo di alcuna imbragatura di sicurezza.

Sebbene Adam, Jeff, Scott e Darrin sono stati i pionieri, lo slacklining non è diventato famoso fino a che il  canyon del Lost Arrow non è stato attraversato dallo scalatore Dean Potter. È infatti a quest’ultimo che si deve il merito di aver portato questo sport all’attenzione del grande pubblico e di aver ispirato la successiva generazione di slackliners, quali Shawn Synder, Corbin Usinger, e Damiano Cooksey.

Tecnica di base

Questo tipo di esercizio consente al praticante di sfidare la gravità, restare concentrati a lungo al fine di ottenere il miglior controllo cinestesico o di bilanciamento dinamico.

In genere questa disciplina è offerta come un ottimo allenamento di supporto nella preparazione atletica, in quanto molto utile per migliorare costantemente le proprie prestazioni sportive.

Inoltre, può essere proposto come allenamento propedeutico alla pratica di qualsiasi altra attività sportiva, come calcio, basket, pallavolo, sci, snowboard, etc., o ancora come aiuto nell’attività riabilitativa. Sempre più atleti professionisti di qualsiasi specialità sportiva decidono di utilizzare la slackline per migliorare la padronanza del proprio corpo e il proprio equilibrio, in modo da migliorare ulteriormente nel loro sport. L’utilizzo della slackline permette di ritrovare e sviluppare la concentrazione, indispensabile nello sport.

I vantaggi sono molteplici. Innanzitutto è adatta a persone di qualsiasi età. Attraverso le vibrazioni multidimensionali viene sollecitato l’intero apparato motorio che deve compensare con movimenti naturali. Nella terapia è un aiuto molto efficace poiché è in grado di raccogliere impulsi motori e di ridarli al paziente. Lavorando su un ampio spettro terapeutico a basso sforzo è possibile giovare di un allenamento efficace. Il risultato è un aumento della tonicità e della resistenza alle sollecitazioni di tutto il corpo. Attraverso diverse lunghezze e tensioni possono essere raggiunti sempre nuovi stimoli.

La corretta postura è fondamentale negli adulti e soprattutto nei bambini. La slack line è uno strumento perfetto per sviluppare il corretto equilibrio. La pratica di questo sport fin da bambini favorisce lo sviluppo di uno straordinario senso dell'equilibrio e di consapevolezza del proprio corpo, che aiuterà il bambino durante tutta la sua vita a sviluppare una corretta postura. 

Non si può non constatare come di fatto la difficoltà nella pratica di questo sport si presenti sin dall’inizio. Rimanere in equilibrio su di una fettuccia, infatti, non risulta essere immediatamente facile poichè per quanto essa possa essere tesa, con il peso del corpo, si flette e tende ad oscillare. Grazie al movimento delle braccia, tanta concentrazione ed un po’ di pratica, si impara a controllare l’oscillazione e rimanere in equilibrio.

Camminare sulla slack line in modo fluido è chiaramente frutto di molto allenamento. Cominciando un passo dopo l’altro si può tentare di percorrere l’intera lunghezza della fettuccia. Man mano che si raggiunge il centro della fettuccia le difficoltà aumentano, poiché maggiore è l’elasticità e maggiore sarà l'instabilità. All’inizio, è preferibile allenarsi su lunghezze minori e con la fettuccia ben tesa. Con la pratica, ci si può divertire a tentare lunghezze maggiori e/o tensioni minori.

Oggi lo slacklining si è evoluto in due specialità distinte: lowlining e highlining, da cui poi si sono sviluppate diverse varianti.

Il lowlining è lo stile praticato dalla maggioranza dei slackliners poichè può essere praticato ovunque. L’ancoraggio delle due cime può avvenire in qualsiasi luogo ad altezze non elevate. Di conseguenza, anche le eventuali cadute espongono a rischi notevolmente inferiori. Le lowlines consentono di provare evoluzioni sempre più difficili. La progressione di acrobazie sul lowline è molto simile a quello di un ginnasta su un fascio di equilibrio. Mentre i principianti possono lavorare migliorando l’agilità e l’equilibrio nella camminata attraverso cambi di direzione, i più esperti possono cimentarsi nell’esecuzione di salti mortali, decollo e atterraggio sulla linea. 

Gli atleti più esperti si possono cimentare nella specialità del tricklining, anche detta freestyle. Essa consiste appunto nel creare evoluzioni (tricks) di qualsiasi genere sopra la fettuccia, tentando di non cadere. Solitamente per questa specialità si utilizzano fettucce tese mediante un cricchetto, della misura di 5 cm, di una lunghezza di solito compresa tra 10 e 25 metri.

Vi sono evoluzioni statiche: come inginocchiarsi (knee drop) o sedersi a gambe incrociate (buddha) sulla fettuccia, e evoluzioni dinamiche: come saltare (lemur leap), rimbalzare sulle natiche (buttbounce) o sul petto (chestbounce), oppure eseguire avvitamenti: che vengono chiamati, come nello snowboarding e nello skateboarding con il numero dei gradi che vengono compiuti nella rotazione. Si possono addirittura eseguire salti mortali: in avanti (frontflip) o all'indietro (backflip).

Esistono delle gare di freestyle in cui i partecipanti si sfidano uno contro l'altro in un girone ad eliminazione. I concorrenti salgono a turno sulla fettuccia e mostrano le evoluzioni di cui sono capaci, vengono quindi giudicati da una giuria di esperti che decreterà il vincitore.

Il Longline è una specialità che consiste nel tentativo di camminare lungo una fettuccia il più lunga possibile senza mai perdere l'equilibrio. La difficoltà sta nel fatto che, con l'aumentare della lunghezza aumenta l'instabilità della fettuccia e di conseguenza la difficoltà a rimanere in equilibrio. Le fettucce utilizzate per questa specialità sono di solito larghe 2,5 cm e vengono tese utilizzando dei paranchi a mano o a catena. Maggiore è la lunghezza, maggiore sarà la tensione con cui verranno montate le longlines. La tensione può variare anche a piacimento del praticante; mediamente comunque una fettuccia viene tesa tra i 5 e i 15 kN, ma fettucce di considerevole lunghezza possono richiedere anche oltre 20 kN di tensione. In questa disciplina la concentrazione è una qualità irrinunciabile, infatti una minima distrazione può compromettere la prova.

Le highlines sono significativamente più pericolose. Le highlines sono infatti generalmente ancorate ad altezze molto elevate rispetto al suolo o all’acqua. Le cadute sono spesso conseguenza dell’oscillazione e pertanto possono provocare uno squilibrio all’indietro. Le sartie della corda quindi devono essere incredibilmente forti per resistere a una caduta della linea mediana. Per garantire lo svolgimento di questo sport in sicurezza, la maggior parte dei highliners indossano l'imbragatura o cinture swami attaccate con un moschettone allo slackline stesso. Considerata l’elevata altezza uno degli ostacoli maggiori in questo sport è la paura che va oltre ogni abilità.

Video e foto

 

 

 

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream